BUNKERARCHEO.IT

Uno sguardo sulle fortificazioni italiane in età contemporanea

Home

Link

Fonti bibliografiche

Immagini

Varia

Appuntamenti

Home

Link

Fonti bibliografiche

Immagini

Varia

Appuntamenti

Limone sul Garda (BS)

Durante la Prima Guerra Mondiale, Capo Reamol (o Corno di Reamol) – situato a circa due km dal paese di Limone – venne scelto come sede di alcune postazioni di artiglieria, atte ad appoggiare le operazioni delle truppe italiane sul fronte opposto del lago di Garda. Un cannone da 120A in casamatta fu posizionato sul lungolago, presso l'allora caserma della Guardia di Finanza (oggi lussuoso albergo). Una batteria di quattro cannoni da 105 fu collocata in caverna ad una quota immediatamente superiore e prospiciente il lago. Essa era strutturata su due aree distinte: la più bassa dotata di tre pezzi e quella superiore di uno. Presso ciascuna di esse era poi stato posizionato un cannone da 87B in barbetta. Le azioni di fuoco erano dirette da un piccolo osservatorio realizzato fra le due postazioni. Un secondo osservatorio si trovava nelle alture più a nord, collegato tramite linea telefonica. Le due opere principali erano raggiungibili da Limone grazie ad una carreggiabile militare appositamente realizzata.
Nelle fasi finali del secondo conflitto le fortificazioni in caverna – ora site direttamente sopra la galleria della Gardesana1 – vennero 'girate' dai Tedeschi ed inglobate nella 'Voralpenstellung' (o 'Blaue Linie'). Le entrate vennero chiuse e dotate di feritoia per arma automatica mentre le aperture per i pezzi vennero adattate ad ingressi. Nello stesso settore l'Organisation Todt realizzò trinceramenti ed opere in cemento al fine di sbarrare l'avanzata delle forze Alleate lungo la strada costiera e/o le alture adiacenti.
Attualmente le fortificazioni si trovano in buono stato di conservazione. Una o forse due opere sono site in terreno privato e sono visibili lungo la Statale. Quattro ricoveri in cemento si trovano nelle adiacenze del sentiero del Sole o ad altitudine superiore. Due postazioni tobruk per mortaio2 e un ricovero sono appoggiati sul versante meridionale del vallone dei Larici. Altri due ricoveri sono stati realizzati più in quota rispetto all'ex batteria italiana.

_________________________
1 Il tratto Gargnano-Riva della Gardesana occidentale venne realizzato negli anni 1929-1931. La galleria attraversante capo Reamol era detta 'delle Sirene'. Quest'ultima – come le altre presenti nel comune di Limone – venne utilizzata dalla Fiat per la produzione aeronautica, dopo il trasferimento degli impianti dell'officina 17 di Mirafiori avvenuto nell'estate 1944.
2 Si tratta di due ringstände per mortaio da 8 cm granatenwerfer, simili al regelbau MD 1.

*********************************************************
Torna indietro
*********************************************************
E-Mail: info@bunkerarcheo.it